f968ab7ee87d3643edca4991c3d2bf2a L

L'Abbazia di Admont inizia la stagione museale con mostre speciali uniche nel loro genere

"Viva la diversità"...

L'Abbazia di Admont inizia la stagione museale con mostre speciali uniche nel loro genere

Mercoledì 21 aprile 2021 

"Viva la diversità"... è lo slogan del nostro Museo dell'Abbazia, da prendere alla lettera. Dopo tutto, il più antico monastero esistente in Stiria ospita manufatti culturali di livello mondiale. Il Museo dell'Abbazia di Admont comprende un museo di arte contemporanea, un museo di storia naturale e un museo di storia dell'arte, oltre alla più grande biblioteca abbaziale del mondo. Dal 2017, i reperti della Collezione Mayer sono esposti anche in un museo dedicato al gotico. La mostra permanente "DEM HIMMEL NAHE" è stata ora ampliata per includere una sala dedicata a due speciali personalità asburgiche. "NOI FRIEDRICH III & MAXIMILIAN I - Il loro mondo e il loro tempo" è il titolo della mostra speciale di quest'anno, che potrà essere visitata fino al 1° novembre 2021. "Mostra un mondo affascinante che permette ai visitatori di conoscere entrambe le personalità imperiali della Casa d'Asburgo dalla culla alla tomba nel loro ambiente di padre e figlio", dice l'abate Gerhard Hafner O.S.B.

Un viaggio multiforme nel tempo

Oltre 200 reperti provenienti da un totale di 46 prestatori garantiscono un incontro espressivo con l'arte e la cultura del Medioevo nel passaggio alla prima età moderna. Per il priore del nostro museo, padre Maximilian Schiefermüller O.S.B., si tratta di un'esperienza impareggiabile, come egli stesso afferma: "A mio parere, la mostra speciale sull'imperatore Federico III e suo figlio Massimiliano I nella loro rete dinastica e nel loro ambiente batte tutto ciò che è stato fatto prima su questo argomento". Con poche eccezioni, i manufatti sono originali e pezzi unici che riflettono entrambi gli Asburgo nel loro tempo e spazio. Come preludio, padre e figlio sono inseriti in un contesto storico più ampio. L'arco va dall'acquisizione del Tirolo all'ascesa della Casa d'Asburgo a grande potenza. L'arte di questo periodo è rappresentata da tavole e ritratti di artisti famosi come Albrecht Dürer, Max Reichlich, Maestro degli Asburgo, Bernhard Strigel e Bernard van Orley. La mostra speciale, dalle molteplici sfaccettature, occupa l'area recentemente adattata del Museo Gotico e si estende alla sala dei manoscritti al primo piano.

Situato a Admont

Oltre a "WE FRIEDRICH III & MAXIMILIAN I - Their World and Their Time", il Museo dell'Abbazia di Admont ospita un'altra mostra speciale. Con il titolo "Localizzazioni", il Museo d'arte contemporanea presenta fotografie "fatte per Admont". "Queste opere d'arte sono particolarmente autentiche perché sono nate qui ad Admont", spiega il dottor Michael Braunsteiner, direttore artistico del Museo dell'Abbazia. La mostra speciale avrebbe dovuto essere presentata l'anno scorso in occasione del 20° anniversario del programma "Made for Admont", ma ha dovuto essere rinviata al 2021 a causa della pandemia di coronavirus. Negli ultimi due decenni sono state create molte opere strettamente legate alla regione, al monastero e alle persone che vi lavorano. Il progetto è stato avviato nel 2000 dal pittore più moderno dell'Austria di allora, Lois Renner. A lui sono seguiti molti altri artisti famosi, tra cui Erwin Wurm, che ha dato alle sue "sculture di un minuto" un riferimento al monastero benedettino. Braunsteiner sottolinea l'importanza del dialogo tra arte antica e nuova nel Museo dell'Abbazia di Admont: "Costruendo una collezione di arte contemporanea, abbiamo fatto un'importante affermazione che ci è valsa anche il Premio museale austriaco".