Sog Immagine fondante dell'Abbazia di Admont intorno (c) Marcel Peda www

L'Abbazia di Admont ospita un simposio scientifico

Il fondatore dell'abbazia benedettina di Admont, l'arcivescovo Gebhard di Salisburgo, è al centro della conferenza accademica che si terrà dal 14 al 15 giugno nell'abbazia dell'Alta Stiria. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare gratuitamente.

L'Abbazia di Admont ospita un simposio scientifico

Fondata nel 1074, l'abbazia benedettina di Admont, nell'Alta Stiria, festeggia quest'anno il suo 950° anniversario. L'abbazia fu fondata dall'arcivescovo Gebhard di Salisburgo, che fece costruire un monastero su ordine di Sant'Hemma di Gurk. Egli scelse Admont come sito per la sua costruzione. Una decisione strategica, come sa padre Maximilian Schiefermüller, priore dell'Abbazia di Admont: "Admont faceva parte della diocesi di Salisburgo. C'era già una parrocchia e nelle vicinanze si estraeva il sale a Hall. All'epoca, questa era una base economica importante per la fondazione di città e monasteri". Anche l'ultima dimora dell'arcivescovo Gebhard si trova ad Admont. "Le fonti indicano che i resti mortali del fondatore del monastero furono rimossi dalla tomba e sepolti nell'altare maggiore della chiesa collegiata", spiega il priore Schiefermüller, "ma volevamo sapere con certezza se fosse effettivamente così". La comunità monastica di Admont ha quindi rimosso il sarcofago dall'altare maggiore. È stato quindi aperto alla presenza dei monaci e di un restauratore. È venuto alla luce uno scheletro completamente conservato, che è stato messo insieme dall'antropologa di Graz Silvia Renhart. "Lo scheletro è stato esaminato dal punto di vista medico e antropologico per determinare se si trattasse effettivamente delle ossa dell'arcivescovo Gebhard", spiega il priore di Admont. I risultati dei prelievi parlano chiaro: lo scheletro corrisponde a un uomo dell'XI secolo di circa 75 anni, una rarità per l'epoca. Ciò significa che "tutto fa pensare che sia proprio l'arcivescovo Gebhard a riposare qui ad Admont", afferma felice il priore Schiefermüller.

Mostra speciale Abbazia di Admont c Thomas Sattler

Esperti di fama intervengono ad Admont

I risultati delle indagini hanno dato luogo anche a una ricostruzione del volto. Questo "ci ha dato per la prima volta un'immagine concreta del fondatore del nostro monastero", dice il priore. Dall'apertura della mostra speciale di quest'anno per il 950° anniversario del monastero, un'immagine a grandezza naturale dell'arcivescovo Gebhard è esposta nel Museo dell'Abbazia. Come uno dei tanti momenti salienti di questo anniversario, dal 14 al 15 giugno si terrà presso l'Abbazia benedettina di Admont una conferenza scientifica sull'arcivescovo Gebhard di Salisburgo. "Attraverso la ricerca scientifica, abbiamo riaperto la persona e l'epoca in cui visse l'arcivescovo Gebhard, nonché la fondazione del monastero", afferma il priore Schiefermüller. Alla conferenza sono stati invitati numerosi e rinomati storici austriaci ed europei. Il pubblico può aspettarsi un programma di alto livello che comprende interessanti conferenze sull'epoca dell'arcivescovo Gebhard, il suo lavoro, l'apertura della tomba, la ricostruzione del volto e la fondazione del monastero. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare alla conferenza scientifica, che è gratuita. Le iscrizioni sono aperte fino al 7 giugno presso .

- Venerdì 14 giugno 2024 dalle 14:00 alle 18:00
- Sabato 15 giugno 2024 dalle 09:00 alle 18:00

Sala da ballo piccola, Abbazia di Admont

Registrazione:

Termine di iscrizione: 07 giugno 2024

All'evento