4bba3a892fc804343a1177ae6f1fc1ec L

DVERI PAX vince l'oro

Oro per la cantina dei monaci della Stiria al più importante premio enologico del mondo

DVERI PAX vince l'oro ai World Wine Awards 2019

Lunedì 27 maggio 2019 

Il più importante premio enologico del mondo assegna l'oro a Dveri-Pax, la cantina dei monaci benedettini di Admont.

Il vitigno autoctono Furmint premiato due volte. Grande successo per Dveri-Pax, la cantina del monastero benedettino stiriano Admont: ai "World Wine Awards 2019" recentemente pubblicati dalla rinomata rivista specializzata inglese "Decanter", la cantina situata nella Stiria slovena ha vinto l'ambita medaglia d'oro per il suo spumante Furmint annata 2015.

Dopo il trionfo dell'anno scorso con un totale di 13 medaglie, l'attuale punteggio d'oro rappresenta la prossima pietra miliare nella tradizione vinicola di oltre 800 anni dei monaci benedettini dell'Alta Stiria. Quest'anno sono state assegnate in totale nove medaglie, tra cui due d'argento oltre all'oro. Dveri-Pax ha così consolidato ancora una volta il suo posto nella classifica assoluta delle aziende vinicole europee.

280 tra i più stimati esperti di vino del mondo hanno degustato e valutato più di 15.000 vini provenienti da 50 Paesi in occasione del premio a Londra. "Il premio per Dveri-Pax e quindi anche per l'Abbazia di Admont è una conferma del nostro lavoro quotidiano di alta qualità in vigna e in cantina. Naturalmente siamo particolarmente orgogliosi della medaglia d'oro, anche perché è stata assegnata al Furmint e quindi a un vitigno molto speciale", afferma soddisfatto Franz Pichler, direttore economico dell'Abbazia benedettina di Admont. Il vitigno autoctono Furmint - o Šipon, come viene chiamato in Slovenia - rappresenta la regione come nessun altro. Oltre all'oro per lo spumante Furmint, il Furmint Klassik (2018) ha vinto anche l'argento nell'attuale classifica. "Il Furmint è un vitigno che produce rese molto elevate se lo si desidera. Tuttavia, noi riduciamo notevolmente la resa in modo che le uve guadagnino in qualità", afferma Danilo Flakus, direttore ed enologo della cantina Dveri-Pax.

I vini Furmint monovitigno sono maturati in grandi botti di rovere di Slavonia, i vini classici in vasche d'acciaio. In annate particolari, il Furmint viene anche spremuto come vino di paglia. Flakus: "Il Furmint è uno dei fiori all'occhiello della viticoltura slovena. Un vino che rappresenta il nostro Paese in tutta la sua bellezza". I vigneti di "Dveri-Pax" si estendono su un totale di quasi 75 ettari, con dodici altri vitigni piantati accanto al Furmint. La cantina e l'azienda si trovano a Jarenina, in Slovenia, a pochi chilometri dal confine stiriano con Spielfeld. Qui vengono spremuti circa 300.000 litri di vino all'anno. E questo è di altissima qualità, come sottolinea il maestro di cantina Flakus: "Raccogliamo l'uva quasi esclusivamente a mano. Nella vinificazione, combiniamo la nostra competenza e l'esperienza di secoli di tradizione con una tecnologia all'avanguardia. Il risultato del processo di maturazione è costituito da vini meravigliosamente armoniosi, caratterizzati da freschezza, sapori morbidi e fruttati e dalla massima qualità di ogni singola varietà. Tuttavia, la caratteristica più importante di tutti i nostri vini è la loro eccezionale bevibilità". 

I monaci del monastero benedettino di Admont sono proprietari dei vigneti dal XII secolo. I vigneti erano coltivati da viticoltori della regione che, tra l'altro, producevano il vino di massa. Dopo che il monastero è stato espropriato delle sue proprietà durante l'era nazionalsocialista, gli Admont hanno riavuto i loro terreni negli anni '90. Hanno raccolto il vino da soli. Dal 2001 hanno ripreso a vendemmiare il vino da soli. E con grande successo, come dimostrano non solo gli attuali riconoscimenti ai "Word Wine Awards". Oltre all'Austria e alla Slovenia, i principali mercati di vendita sono Germania, Polonia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Australia e Cina. Le varietà principali sono Sauvignon, Pinot grigio, Riesling, Welschriesling e Furmint.

Tra l'altro, un vino "Dveri-Pax" ottenuto da questo vitigno autoctono ha già ricevuto il più alto dei riconoscimenti da Decanter - il "Trofeo Internazionale" - ovvero il "Furmint/Šipon Straw Wine 2009".